Giovanni Cantarini

Subject of Study: Voice coach | 16th-25th August 2019

About Giovanni Cantarini

Giovanni Cantarini ha compiuto la sua formazione musicale presso la Schola Cantorum Basiliensis, dove ha studiato con i maestri Dominique Vellard e Gerd Türk. Il suo repertorio spazia dalla monodia medievale all’oratorio barocco, privilegiando tutti i generi e le epoche dove la musica è essenzialmente legata alla poesia, in questo modo coniugando al canto la sua primiera formazione umanistica (laurea in lettere antiche all’università di Bologna e baccellierato presso la Pontificia Università Gregoriana).

Profile

International Late Medieval and Renaissance Music

Voice coach

ITALIANO

Giovanni Cantarini ha compiuto la sua formazione musicale presso la Schola Cantorum Basiliensis, dove ha studiato con i maestri Dominique Vellard e Gerd Türk. Il suo repertorio spazia dalla monodia medievale all’oratorio barocco, privilegiando tutti i generi e le epoche dove la musica è essenzialmente legata alla poesia, in questo modo coniugando al canto la sua primiera formazione umanistica (laurea in lettere antiche all’università di Bologna e baccellierato presso la Pontificia Università Gregoriana). Prosegue la sua formazione vocale per opera e oratorio sotto la guida di Gian Luca Pasolini.

La sua attività concertistica lo ha portato a esibirsi nei maggiori festival di musica antica europei e statunitensi (Houston Early Music, Early Music Guild Seattle, Pratt House Los Angeles, La Folle Journée, Schwetzingen Festspiele, A Capella Leipzig, Festival di musica sacra di Cuenca, Festival de l’Abbaye du Thoronet, Festival d’Ambronay, Canto delle Pietre, Festival de Flandres, Sastamala Gregoriana Finland, Brighton Early Music Festival, Freunde Alte Musik Basel, Jeunesse Musical d’Ajoie – Saint Ursanne, Tage Alter Musik Regensburg, Grandezze e meraviglie – Modena, Segni Barocchi Foligno, Sagra Musicale Malatestiana, Musique de Lumieres – Jura, Organum Novum Bruxelles, Festival Bach de Combrailles),

all’interno di rinomati ensemble con i quali collabora regolarmente: Huelgas Ensemble (Van Nevel), La Venexiana (C. Cavina), Ensemble Gilles Binchois (D. Vellard), Chordae Freybergenses (S. Scholz), La Morra (Marti-Gondko), Ensemble Melpomen (C. Steinmann), Ensemble Phoenix (J. Frederiksen), Le Miroir de Musique (B. Romain), Cantar Lontano (M. Mencoboni), Ensemble Perlaro (L. Donadini), Ensemble Leones (M. Lewon), Per-Sonat (S. Lutzenberger).

Accanto a questa intensa attività concertistica come solista e cantante di insieme, Giovanni Cantarini appare in emittenti radiofoniche e televisive, nonché in numerose registrazioni; si segnalano per i premi ricevuti e per il favore presso la critica:

Monteverdi, VIII libro dei madrigali – La Venexiana (Glossa),

“Love letters” – Giovanni Cantarini, Il Vero Modo (Thorofon),

“Sotto l’imperio” Ensemble Perlaro (Pan Classics),

“Sappho and her time” – Ens. Melpomen.(Deutsche Harmonia Mundi),

mentre fra le recenti uscite:

Sulla lira, The voice of Orpheus – Ens Miroir de Musique (Ricercar)

In Himmel und auf Erden, Antonio Scandello – Ens. Chordae Freybergenses (Querstand)

The Lion’s Ear – ens. La Morra – (Ramée)

Con voce quasi humana  – ens. Perlaro (Raumklang)

Fons luminis – Codex Las Huelgas – ens. Gilles Binchois (Evidence)

 

I progetti più recenti, vedono Giovanni Cantarini impegnato in spettacoli basati sul canto e la recitazione. Con C. Steinmann performa su testi lirici e epici antichi, musiche scritte per lui sulla Kithàra, (strumenti greci antichi, ricostruiti da Paul Reichlin e Julian Behr), mentre con Baptiste Romain, riporta in scena il repertorio umanistico e rinascimentale per lira da braccio; con il vihuelista Ariel Abramovich esplora il mondo del primo madrigale e della frottola e infine con il tiorbista Julian Behr si dedica alla riscoperta della monodia barocca di Francesco Rasi. Accanto ai progetti solistici, affianca la promozione locale del gruppo madrigalistico Il Turturino, con cui realizza le ricerche sul madrigale italiano del ‘500 e si adopera nella diffusione, presso il grande pubblico, della pratica polifonica del cantare dai libri-parte.

Parallelamente Giovanni Cantarini svolge occasionale attività di docente in master di poesia, metrica, letteratura italiana per cantanti, presso la Schola Cantorum Basiliensis e L’Istituto Superiore di Musica di Barcellona, dove ha coadiuvato Montserrat Figueras nei corsi di canto barocco e monodia secentesca. In questa veste collabora occasionalmente con Anthony Rooley, Evelyn Tubb, al Festival Sastamala Gregoriana e per il master di ensemble per cantanti professionisti AVES a Basel.

Come docente di canto svolge attività di training stilistico e tecnico presso l’Associazione Danze Antiche dal 2013 come insegnante di canto medievale e rinascimentale nei corsi estivi, mentre cura regolarmente il training tencico-stilistico del suo gruppo Il Turturino e del laboratorio di musica antica per giovani studenti Voce Poetica da lui fondato presso il Liceo classico “G. Cesare” di Rimini.

Dal 2013 collabora al programma di ricerca dottorale “Civiltà Italiana” dell’USI di Lugano, dove partecipa come dottorando del Musikwissenschaftliches Institut di Basel, su testi e musiche di Paolo da Firenze.

Dal 2010 tiene il corso di Musica Liturgia e Teologia presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose A. Marvelli di Rimini.

In qualità di specialista di musica antica e di esponente del mondo cattolico, Giovanni Cantarini è stato il primo occidentale ammesso a cantare in una cerimonia Zen (Onzen Ceremony – Daytoku Ji Temple, Kyoto, giugno 2012) con il percussionista Stomu Yamash’ta grazie al cui invito ha iniziato una proficua collaborazione e un profondo dialogo interculturale.

 

www.giovannicantarini.com

info@giovannicantarini.com